domenica 5 febbraio 2017

Febbraio

Quelli scorsi sono stati giorni intensi, con mia madre ricoverata in ospedale. Ha subito un'operazione seria ma adesso sta benino e piano piano si sta rimettendo. Quanta ansia in quei momenti.... e quanta sofferenza intorno... La prima sera in cui aspettavo di entrare nella terapia intensiva, mi sono ritrovata a scambiare frasi di incoraggiamento con persone che non avevo mai visto prima e ho capito che in determinati momenti le distanze si accorciano e cadono quei muri che normalmente costruiamo intorno a noi...

L'ospedale non è vicino ed io passo quindi un po' di tempo in automobile. Ora che lei sta sta un pochino meglio, faccio il viaggio più serenamente. Quando posso mi faccio accompagnare da una delle mie figlie. Confesso: ho un senso dell'orientamento pari a 0 e spesso finisco per sbagliare strada, anche con il navigatore! Anche quando conosco la strada! Con il buio poi non ne parliamo...

Proprio durante questi viaggi però ho fatto una piacevolissima scoperta: gli audio libri. Praticamente la fiabe sonore per gli adulti! Un bel libro narrato con passione da un attore:)  Per il viaggio di domani Edgar Allan Poe, anche se per ora, in testa alle mie classifiche, ci sono tre racconti di Giovanni Verga che non rileggevo dai tempi della scuola.

Nel frattempo è arrivata la pioggia, ne avevamo così bisogno! Ieri ne ho approfittato per spargere un po' di stallatico in giardino. Non sapevo se ne avrei avuto il tempo nei prossimi giorni e l'idea era anche quella di far fare alla pioggia un po' del lavoro di livellamento e mescolatura. Mantello impermeabile azzurro e stivali di gomma ho cominciato ad aprire i sacchi e a spargere stallatico ai piedi delle piante. La pioggia però era battente e dopo venti minuti avevo terra fin sui capelli... chi mi ha visto avrà sicuramente pensato che sono impazzita! Io però sono contenta del lavoro, tra le aiole lo stallatico si è ben amalgamato alla terra e forma delle belle chiazze scure. Proprio l'altro giorno, uscita distrattamente in giardino per cercare qualcosa, ero stata colpita da un ramo della vite, venuto giù quasi apposta a ricordarmi che era tempo di ricominciare a prendermi cura delle mie piante!
Sto aspettando che arrivino i nuovi semi che ho ordinato via internet e non vedo l'ora di avere tra le mani le buste nuove nuove che contengono i fiori e frutti che verranno.

Penso alla primavera, a quando lei starà sicuramente bene.
Speriamo che tutto vada per il meglio...

Buon febbraio

lolle


20 commenti:

  1. Cara Lolle, sento finalmente un po' di sollievo nelle tue parole... anche stanchezza per il periodo pesante, ma soprattutto sollievo e di nuovo la voglia di pensare al futuro con un po' di speranza! Sono proprio contenta e faccio i miei migliori auguri a tua mamma perchè si rimetta al meglio, così come a tutti voi che la state seguendo in questo momento delicato. Purtroppo quando ci sono problemi di salute seri, con operazioni, convalescenza e avanti-indietro dall'ospedale so quanto la vita possa diventare faticosa, ostica, ma ci ricorda anche che vale la pena di lottare e di passare da qui per godersi meglio il sereno, quando tornerà. Ti abbraccio e ti auguro ogni bene, oltre che un buon ultimo mese di inverno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, è così, mi sento un po' meglio... E' tutto vero quello che dici, prima o poi torna il sereno..
      Un abbraccio grande a te, a presto

      Elimina
  2. Mi immagino la scena di te sotto la pioggia in giardino...
    Anch'io sono così: quando mi viene in mente di fare qualcosa, non c'è nulla che mi possa fermare.
    Spero che tua madre sia migliorata ulteriormente e che torni presto a casa.
    Dai che la primavera è vicina!
    Solo poco più di un mese!!! 😀
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Sì, ormai avevo deciso che, cascasse il mondo, avrei portato a termine quel lavoro!!
    E' vero... non manca poi così tanto...
    A presto

    RispondiElimina
  4. Ciao in bocca al lupo per tua mamma ti capisco benissimo!!!Pure qua pioggia...prima il ventaccio...appena riesco devo sistemare l'orto...piantare le fave e i bulbi in giardino...prima che arrivi la primavera!!Hai fatto un lavorone sotto la pioggia...ma sarai premiata dalle tue piante!!Buona settimana

    RispondiElimina
  5. adoro Poe...da quando ero ragazzina.... mi dispiace leggere le tue contrarietà...ti sono vicina...vedrai...passerà e sarà ,di nuovo, Primavera. Un bacione mia cara e mille auguri per la tua mamma!!

    RispondiElimina
  6. Hai parlato di un intervento serio di tua madre, di camera di rianimazione ....mi sono tornati in mente i momenti difficili miei , anche se io li ho vissuti da lontano perché per problemi di salute non ce la facevo a stare presente ...Posso chiedere a che cosa è stata operata tua madre? Se ti va mi rispondi altrimenti non fa niente ...l'importante è che tutto va per il meglio..Tanti Auguri alla mamma !!! Sai anche a me alcune cose ...diverse...mi piace farle prima della pioggia o con la pioggia imminente perché poi è la pioggia stessa che ne farà le rifiniture ....piace anche a me "giocare" così con la pioggia ...A me piace l'inverno ....ma arriverà la primavera , come è giusto che sia, e toglierà ogni grigiore ...Un caro saluto!!!

    RispondiElimina
  7. Buon febbraio anche a te, ma soprattutto un in bocca al lupo per la tua mamma.
    Un abbraccio ad entrambe
    Nadia

    RispondiElimina
  8. Cara Lolle so bene cosa vuol dire andare a trovare la propria madre in ospedale e so altrettanto bene cosa vuol dire aspettare un esito o una risposta di un medico..un attimo speri l'attimo dopo non sai a che santo votarti... un abbraccio sincero,quindi con l'augurio che la tua mamma si riprenda e accompagni il tuo cammino ancora per molto tempo. E buona fortuna con l'orto: quando l'esperienza ospedale è toccata a me, la mia valvola di sfogo, per stemperare lacrime e tensioni, è stata -ovviamente- la cucina. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudette, immagino quanto dev'essere stata dura... a presto

      Elimina
  9. Un abbraccio a te, cara Lolle, che ami la natura e curarti di essa. Sono certa che la natura si prenderà cura di voi, allo stesso modo!
    ciao

    RispondiElimina
  10. Una risposta collettiva: Grazie a tutte per gli auguri, la mia mamma sta meglio:)

    RispondiElimina
  11. Carissima Lolle, avevo immaginato dalle tue parole ...e io volevo solo trasmetterti tanta speranza ...Abbiamo anche questo "squarcio di vita " in comune. Anche mia figlia ha avuto un intervento simile. Mi sfogherei volentieri con te ...ma non voglio disturbarti. L'importante è che sia per lei che per tua madre sia passato ....Buona notte e grazie per avermi risposto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Franca Rita, dopo aver letto la tua risposta non ho potuto fare a meno di pensarci tutto il pomeriggio: cosa devi aver passato in quei momenti! Vedere la mia mamma così è stato doloroso... ma immaginare che questo possa accadere ad un figlio, nel pieno della giovinezza, è quasi impensabile e profondamente ingiusto...
      Non mi hai disturbato assolutamente, anzi, poterne parlare sempre di aiuto per tutti, grazie. Quello che importa ora è che tutto sia andato bene, è vero, Ti ho risposto qui per evitare che, nel caso tua figlia leggesse i commenti, potesse in qualche modo turbarsi ripensando a quei momenti...

      Elimina
  12. Tanti auguri di prontissima guarigione a tua mamma e un grosso bacione a te !

    RispondiElimina
  13. Purtroppo potrei anch'io parlarti per ore...mia mamma non c'è più! Ti abbraccio forte carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace... un abbraccio grande a te..

      Elimina
  14. Spero che tua madre sia in via di guarigione! Che belli i tuoi racconti, è come leggere Diario di una signora di campagna...la pioggia, l'orto, la semina...per noi cittadini pioggia significa solo pozzanghere e disagi, in campagna si vive con un altro ritmo, altri odori...

    RispondiElimina
  15. Ciao Cara Lolle, spero che la tua mamma sia ormai nella serenità della sua casa e che tu riesca andare a trovarla più comodamente. Purtroppo so di cosa parli anche a me è capitato di trovarmi tra la terapia intensiva e la rianimazione e conosco l'atmosfera che si respira. Un caldo abbraccio a te ed a tutta la tua famiglia.

    RispondiElimina
  16. Lolle, mi dispiace sentire di tua madre e spero che sia migliorata e che state tutti tranquilli... Mi immagino te in giardino sotto la pioggia... bellissimo! :) Mi piace tanto lavorare un po in giardino sotto la pioggia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina