sabato 30 aprile 2016

Ultimi giorni d'aprile

Le settimane volano via come il vento. Dopo la pioggia di sabato scorso le giornate si sono rinfrescate parecchio. Avevo pronte le piantine di pomodoro da trapiantare ma ho preferito aspettare lasciandole ancora al riparo nella serretta per qualche giorno. Quando la apro per annaffiare e controllare sento un buon profumo di terra. 

Mercoledì ho dato una mano a mia zia, la chiamo zia anche se non c'è nessun grado di parentela, ha ottantasei anni, è stata la mia madrina ed è vicina di casa di mia madre da quasi sessant'anni. Mi ha consigliato di abituare le piantine in serra poco per volta per evitare che soffrano per lo sbalzo di temperatura (che sciocca che sono, non ci avevo pensato!) ha fatto la contadina per una vita, l'esperienza non le manca! Ogni volta mi regala un sacchetto con le uova delle sue galline e visto che l'orto si è riempito di numerose tenere piantine di papavero le ho raccolte ed utilizzate per preparare una saporita frittata. Si utilizzano le rosette basali del papavero dei campi quando ancora naturalmente non c'è segno dei fiori.



Giornate di tempo variabile, appena esce il sole mi sembra tutto bellissimo, in macchina guardo i bordi delle strade con l'erba alta e le macchie rosse dei papaveri, tutto mi sembra nuovo e meraviglioso, il verde dopo la pioggia è brillante, le chiome di alberi e cespugli si sono riempite. Tanto verde che cura le brutture del mondo, nascondendo l'imbecillità di chi ancora non si è arreso alla raccolta differenziata e lancia dall'auto sacchi e sacchetti che a volte rimangono appesi ai rami come frutti mostruosi.




Nelle giornate senza vento e quando naturalmente ho tempo prendo un po' di sole, fa bene alle ossa e all'umore, mi metto sulla sdraio vicino all'orto, pantaloncini e maglietta, la mia tazza di caffè di cicoria, un buon libro e la meravigliosa prospettiva di avere tre quarti d'ora solo per me. Se mi capita di appisolarmi però ho scoperto di diventare parte del giardino, apro gli occhi e mi accorgo che il merlo sta becchettando vicino a me, le vespe mi ronzano intorno, farfalle che svolazzano... e Smilla con il muso infilato nella tazza del mio caffè!


In giardino ho scoperto una nuova fioritura, abbastanza singolare almeno per me e imprevista visto che queste piante sono arrivate, non so come, ma da sole. Dovrebbe essere l'Arum, dall'anno scorso hanno cominciato a comparire in giardino le belle foglie, da un paio di giorni, anche un particolarissimo fiore.



Arum, fiore

Sono fiorite anche le prime rose, belle, dai petali carnosi e profumati, ne colgo una alla volta da portare in casa, mi spiace toglierle al giardino ma la tentazione è troppo forte e poi, ho cominciato ad essiccarne i petali da conservare per farne tè profumati, non conosco il nome di queste rose che sono qui da prima che arrivassi. 




Torno dal lavoro ed esco a raccogliere l'insalata. Consumarla così, appena raccolta è tutta un'altra cosa. Prima di rientrare passo una mano sulla salvia, una sul basilico, strappo qualche stelo di erba cipollina, mi accorgo che un paio di fragoline di bosco stanno già maturando...







Di nuovo freddo e il cielo che stasera non promette niente di buono... ho un po' di lavoro da fare nell'orto ma mi sa che domani non se ne farà nulla...


Buon 1° maggio, a presto

lolle

20 commenti:

  1. Belle le foto e il giardino, io lo scorso anno ho seminato le bacche dell'arum sono nate piccole piantine ma i merli vanno sempre a scavarle, passano sotto la rete che le protegge.Sono tremendi.Saluti

    RispondiElimina
  2. ...mi sono riconosciuta in tutto ...anche io chiamo zia, così mi è stato insegnato, le persone che si conoscono e ci legano l'affetto anche se non c'è parentela. Anche io noto e soffro tremendamente per quelle orribili immagini"di frutti mostruosi"...Quelle finte calle, così le chiamo, io crescono anche da noi...Fortemente mi sono riconosciuta in quella brocca con i papaveri e gli altri fiori di campo. Bellissime immagini!!! Non ho mai fatto la frittata con i papaveri, zia Valentina , la mia vicina la faceva con il prezzemolo quando nell'orto ce n'era tanto e mi sembrava strano ...Le piante di papavero le raccogliamo quando facciamo l'erba zingara ....Finisco con questo sentimento : anche a me dispiace raccogliere i fiori, toglierli dal loro mondo per portarmeli dentro casa...però spesso lo faccio ma me li godo fino all'ultimo bocciolo poi........ Buona domenica, buon primo maggio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, siamo sulla stessa lunghezza d'onda!!

      Elimina
  3. Grazie Lolle per il tuo teletrasporto nel tuo orto!
    Io ancora non posso immergermi veramente, perché il mio orticello è ricavato da vasi sul balcone, ma la potenza delle piante è tanta....
    Anche io quest'anno ho una nuova fioritura scoperta: l'aloe! Non l'avevo mai vista in tutta la mia vita, ora è da molto tempo che lo stelo si sta preparando e ha dei colori meravigliosi, ma i fiori non si sono ancora schiusi...
    Grazie di tutto,
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che nemmeno il mio orto è tanto grande e coltivo molto anch'io in vaso?! E poi anche su un piccolo balcone si possono scoprire inaspettate fioriture!
      A presto

      Elimina
  4. Lolle, quanta poesia nel tuo post, tra le tue parole e le foto... ma anche quanta concreta vita: la frittata è uno spettacolo che invoglia a mangiarla subito (non sapevo che le foglie del papavero fossero commestibli!), così come colpisce anche la tua denuncia di chi sporca l'ambiente. Hai ragione, la natura, insieme forse all'arte e agli affetti umani, resta una delle poche cose che "curano" il mondo, già gravemente malato. Orribile pensare che tra noi umani ci sia una gran fetta di umanità indifferente ad essa e anzi pronta a rovinare la bellezza del pianeta. Un abbraccione p.s. ma Smilla allora beve il caffè di cicoria??? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Smilla è un vero aspirapolvere... in cima tutti i suoi pensieri esiste solo il cibo!! Forse non ne beve una tazza ma una leccatina di sicuro la dà!!

      Elimina
  5. è tutto ciò che vorrei fare io....cmq, se ti avanzano rose, non trattate naturalmente, ti consiglio di preparare questo stupendo rosolio...non te ne pentirai. Baci mia cara!!!
    http://pasticciepasticcini-mimma.blogspot.it/2015/05/rosolio-il-vero-autentico-liquore-alle.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suggerimento cara Mimma, volo subito a dare un'occhiata alla ricetta!!
      A presto!

      Elimina
  6. Ciao Cara,
    quante belle foto e che meraviglia questa fioritura che ti ha portato bontà e bellezze meravigliose. Beh! tante volte non serve avere un grado di parentela per sentire alcune persone vicine come se lo fossero, dopo cosi tanti anni mi sa che quell'anziana signora è proprio come una zia. La frittata da tanta gola ;)
    buona domenica un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audrey! Buon inizio settimana

      Elimina
  7. Sono tornata da un fine settimana di vacanza con erbe aromatiche che nei vivai della mia zona non avevo mai visto... avessimo avuto il porta bagagli dell'auto vuoto non mi sarei limitata alle erbe aromatiche: lo avrei riempito di !fiori da balcone di ogni colore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco... quando entro in un vivaio metto anch'io le radici e mi ci devono far uscire a forza!!

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Anche da me è fiorito l'Arum!
    E con ben 2 fiori, anche se devo ammettere che l'apprezzo di più per il bel fogliame che da un tocco di colore nella stagione invernale. Mentre il grosso fiore non mi entusiasma più di tanto. Ma i petali di rosa essicati come li utilizzi? Da soli o insieme al tè? Mi incuriosisce questa cosa. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jampy, di solito aggiungo le foglie di rosa al roiboos, il tè rosso africano... per quanto riguarda il fiore dell'Arum sono d'accordo, le foglie sono di gran lunga più decorative del fiore!

      Buona settimana

      Elimina
  10. Lolle , tutto quello che vedo qui oggi e proprio meraviglioso!!!
    Un abbraccio…

    RispondiElimina
  11. Quante belle foto e quanta pace nel tuo orticello , deve essere bellissimo avere un angolo verde così curato in casa .....buona anche la frittata !!!! ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ciao Lolle! Che belli i papaveri! Anche qui cominciano a fiorire lungo le strade per il piacere degli occhi! L'Arum! Qui la sua fioritura puzza tantissimo ma per fortuna dura poco tempo :)

    Un saluto e buone piantagioni nell'orto!

    RispondiElimina