lunedì 18 aprile 2016

Nell'orto e nel giardino

Lo scorso mercoledì sono uscita in giardino il mattino presto, avevo orto e fiori da bagnare visto che la pioggia non si era fatta vedere e l'ho fatto prima che la giornata iniziasse con tutto quello che da fare si porta dietro. Ho cominciato a sentire i profumi del'orto, quello delle foglie della menta che come ogni anno sta invadendo il giardino, quello del rosmarino e della salvia, delle foglie della lavanda ancora prima che spuntino i fiori e delle foglie del ribes nero, del timo, dell'origano e del basilico. Profumi già intensi, una terapia per l'anima che dispone al risveglio con gioia.
I miei gatti cercano il contatto con la terra, si stendono sotto i rovi ancora spogli a catturare i raggi caldi del sole.

Ogni primavera è un nuovo inizio.

Le "fragole migranti" dello scorso anno, quelle cioè che dall'orto del vicino, si sono spostate al prato incolto al di là della nostra recinzione fino ad arrivare a noi, si sono ben ambientate e sono cariche di grappoli fioriti che via via si vanno trasformando in frutti. Ne avevo sistemate alcune in un grande vaso dove coltivo da qualche anno un'uva molto prolifica e alcune in un fazzoletto di terra nell'orto, pare che quella in vaso sia la posizione preferita.

Qualche anno fa avevo fatto costruire al nostro amico e falegname di fiducia una serra, o meglio uno scheletro in legno chiuso per tre lati, da addossare al muro della casa che guarda a sud. Questa struttura ha un coperchio sempre in legno che si può mettere e togliere con facilità, ed è coperta da fogli di plastica robusta su tutti i lati, ma trasparente, per assicurare la luce. E' ottima anche per le semine primaverili, qui infatti stanno crescendo piccole piantine di pomodoro, zucche, cetrioli e alcune varietà di fiori. E' una serra che arrivata l'estate si può smontare completamente, una soluzione perfetta per chi come noi dispone di poco spazio, è grazie a questa serra che riesco anno dopo anno a conservare piante che qui in pianura sarebbero annuali.

Con la primavera sono arrivate anche le lumache, personalmente se lo spazio è poco o nei vasi (di solito si nascondono sotto i bordi) trovo sia più semplice toglierle a mano, è facile trovarle il mattino presto quando ancora sono a spasso oppure dopo un'acquazzone. Intorno all'insalata nell'orto, ho sparso cenere di legna e gusci d'uovo sminuzzati. Generalmente il problema lumache si pone quando le piantine sono molto piccole, così quando trapianto copro ogni singola pianta con bottiglie di plastica a cui ho tagliato il fondo, le utilizzo come piccole serre, utili per evitare che le lumache si mangino le foglioline ancora tenere. Quando le piantine sono abbastanza forti e ben radicate tolgo la bottiglia.
Ho visto il giardiniere della mia vicina che irrorava di insetticida un vasetto di basilico, avvertendola poi di non consumarlo prima di una quindicina di giorni. Che senso abbia questo proprio non lo capisco... se avesse controllato il bordo del vaso avrebbe sicuramente trovato qualche lumaca ghiotta di foglie di basilico! Quando le piante crescono le lumache non fanno più danno e una foglia mangiata qua e là non è più un problema.... mah... 

In questi giorni aggiungo alle nostre insalate fresche dell'orto anche le tenere foglie di melissa appena spuntate. Anche la melissa, come la menta, ha invaso il nostro giardino, quella che cresce nell'orto la utilizziamo per le tisane e appunto per le insalate di primavera.

Alcune semine non sono andate a buon fine, ma si sa, seminare è un atto di fiducia ma anche una scommessa che non sempre si vince!

Ogni anno mi rammarico per il poco spazio da destinare all'orto e ogni autunno quando mi ritrovo a dover pulire mi sembra tutto immenso!
Sabato ho ripulito il giardino, seminato i fagiolini, falciato quel poco di prato che è rimasto... avvolta e inebriata dal profumo del mughetto che mi ha accompagnato tutto il pomeriggio. 

Oggi però mi godo il ritorno della vita all'aperto. Sul tavolo sotto la pergola ho già messo una bella tovaglia a quadri, ho distribuito piante e fiori un po' ovunque, lascio che il sole mi scaldi e ascolto il canto degli uccellini...una nuova stagione da vivere!


Fragole 

Sono campanule?? (Help me)

Mughetto ( Convallaria majalis)


Dallo scorso anno grazie alla serra, la Calendula
Lattuga da taglio, sementi orto biologico

Melissa officinalis

Menta piperita



Buona settimana

lolle

17 commenti:

  1. Non parlare di lumache!!!
    Per quanto minuscolo sia il mio giardino, ne trovo a decine e decine alla volta!
    E a distanza di pochi giorni tutto ricomincia da capo, nonostante ogni volta le libero a centina di metri da casa.
    Belle le tue fragole... Chissà che buoni saranno i frutti!
    Ps: quei fiori azzurrognoli li ho pure io, e come te non ne conosco il nome... Speriamo che qualcuno ci risolva il dilemma.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che qualcuno ci sappia dire qualcosa!! Anch'io porto a spasso le lumache!

      Elimina
  2. Buongiorno Lolle, ma sai che proprio la settimana scorsa ti ho nominato, ho fatto giardinaggio tutta la giornata e mentre spostavo, rinvasavo, concimavo e tagliavo foglie e rami secchi, mi sei tornata alla mente!!!
    Buon lavoro a tutte noi, aspetto un prossimo post pieno e stracolmo di colori
    Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, abbiamo la stessa passione!!

      Elimina
  3. Immagino il tuo orto- giardino non molto grande( perché lo dici sempre tu)ma molto ordinato e curato e come sai fare solo tu fiori, frutti e ortaggi si fondono in modo armonioso ...anche una serra smontabile. La piccola serra mi rievoca immagini che ho dentro di film visti, di riviste sfogliate,....immagini piacevoli che mi sono rimaste ...e poi quanto mi piacerebbe avere quei meravigliosi mughetti, il fiore che spesso è tema di ricami, ho un lenzuolo di lino ricamato a mano con mazzolini di mughetti... ma quando e come si piantano!!?? Buona serata

    RispondiElimina
  4. A me sono stati regalati alcuni anni fa e da pochi che erano hanno colonizzato il giardino. Amano una posizione ombreggiata e fioriscono in aprile maggio a seconda degli anni. Si possono tranquillamente piantare in autunno e in primavera. Attenzione però perché sono velenosi!
    Grazie Franca Rita, buona serata.
    A presto

    RispondiElimina
  5. la menta piperita la faccio seccare e me la bevo per tutto l'anno!

    RispondiElimina
  6. un bellissimo orto una bella sorpresa i mughetti erano anni ch enon li vedevo più

    RispondiElimina
  7. Anche la mia melissa invade l'orto mentre la menta pian pianino sta scomparendo, non sò il perchè, gli anni precedenti dovrvo toglierla in continuazione. Belle verdure, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ho dovuto strappare un fascio di menta perché soffocava le fragole... peccato non avere tanto spazio da lasciarla crescere indisturbata!

      Elimina
  8. Come vorrei un pò del tuo pollice verde !!!! Le tue piante e il tuo orto sono una meraviglia !!!! Bacioni

    RispondiElimina
  9. Carissima è sempre molto bello leggerti e guardare le foto e immergersi nei colori e nel verde. Anche se molto faticoso la gioia di un giardino e di un'orto è qualcosa di unico.
    Per le lumache sapevo di trappole contenenti birra,riempiendo a metà un barattolo di latta con della birra, poi c'è da scavare un buchetto fino al livello del terreno e inserire il barattolo.Le lumache dovrebbero annegare...si dovrebbe sostituire ogni due giorni...
    Buona settimana
    Anna♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'vero, ho sentito parlare del barattolino di birra cattura-lumache!!
      Buona settimana a te, grazie

      Elimina
  10. Che giardino… e quel Mughetto…troppo bello!!!

    RispondiElimina