lunedì 25 maggio 2015

Ultimi giorni di maggio



Calzettoni, il pigiama un po' scalcagnato dai troppi lavaggi e la mattinata libera, una tazza di tè caldo, seduta sotto la pergola con un buon libro...si può desiderare di più? Peccato che l'occhio cada sempre su tutte le cose ancora da fare e la mattina libera si trasformi in una mezz'ora-tre quarti d'ora al massimo!

Dopo qualche giorno di pioggia e di cielo grigio, il giardino mi sembra ancora più bello, le foglie sono di un verde brillante e le fioriture abbondano in quel disordine allegro che mi piace tanto. Il gelsomino (il falso gelsomino che qui al nord gode di ottima fortuna) è fiorito abbondantemente, negli anni ha abbracciato completamente la ringhiera del balcone che corre intorno alla casa e il suo profumo è il primo segnale che ci stiamo avviando verso l'estate. E poi il "bosco" di melissa e di menta e la promessa di un raccolto molto abbondante di more e di lamponi. E le fragole, non tantissime ma abbastanza per preparare un vasetto di confettura a cui abbiamo aggiunto i fiori di robinia e il gelato aromatizzato con le foglie di menta. 
I grappoli di uva appena accennati hanno seguito la fioritura della vite. Sapevate che anche la vite fiorisce e i suoi fiori sono profumati? I primi anni non ci facevo nemmeno caso perché i fiori sono davvero minuscoli! E poi sono fiorite le rose. Davanti a tanta abbondanza di vita non vedo nemmeno più le tante magagne di questa vecchia casa!




I fiori della vite di uva fragola

Fragole e fragoline di bosco

Gelato leggero alle fragole e menta: fragole e fragoline, una banana per addensare, latte di riso e foglioline di menta frullati (preparato con gelatiera)

Alcune rose

Confettura di fragole e fiori di robinia 

Ancora rose


Ma in queste settimane ricche di eventi che riguardano il mondo del giardino ho effettuato anche qualche piccolo acquisto: alcune piantine grasse in miniatura, un "canarino di latta" cioè una piccola scultura in ferro riciclato, l'erba Luigia dal profumo di limone, la salvia ananas, le verbene, alcune piantine di bocca di leone e due rizomi di Dicentra o cuor di Maria per il mio giardino a mezz'ombra. Naturalmente avrei voluto acquistare molto di più, ma grazie al cielo ha prevalso il buonsenso...






Vi propongo anche una ricetta primaverile: 


Strudel con erbette alla farina di farro e miglio


  • 200 g farina di farro
  • 100 g farina dii miglio
  • 160 g acqua tiepida
  • 12 g lievito di birra
  • 1 cucchiaino zucchero di canna
  • erbette leggermente lessate
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 uovo da spennellare
  • olio extra vergine 
  • semi di papavero
  • sale


In una ciotola mescolare le farine e unire il lievito sciolto in acqua con lo zucchero. Lavorare l'impasto sulla spianatoia aggiungendo 3 cucchiai di olio e in seguito un poco di sale. Impastare per 8-10 minuti quindi sistemare l'impasto omogeneo ed elastico in una ciotola, sigillare con pellicola trasparente e lasciar lievitare per un'ora circa.
 Far dorare gli spicchi d'aglio schiacciati in un paio di cucchiai di olio quindi unire le erbette, insaporire per qualche minuto. Stendere l'impasto lievitato un un foglio di carta di carta da forno leggermente infarinato in un rettangolo di 3-4 mm di spessore. Distribuire le erbette nella parte centrale  quindi arrotolare la pasta e sigillare i bordi. Sistemare lo strudel, carta forno compresa, su una teglia e spennellare con l'uovo sbattuto con un cucchiaio d'acqua, infine spolverare con i semi di papavero. Infornare per circa 30 minuti a 200°. Servire ancora caldo.



Con questa ricetta vi saluto: buona settimana!

lolle

18 commenti:

  1. ummmm la marmellata sembra una meraviglia, il gelato poi è una vera delizia sai che amo le fragole. Quindi, come sempre, sei una vera tentazione ;) Lo studel è particolare se solo potessi mangiare il farro lo rifarei...complimenti, il tuo orto sta diventando sempre più ricco e bello.
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audrey... per lo strudel si può provare a sostituire il farro con un farina senza glutine, a presto!

      Elimina
  2. Che post "abbondante"... tutto molto bello, dai fiori, al sorbetto, al canarino di latta!!!
    E pure gli acquisti non sono male.
    E lo strudel? Tenterò di replicarlo, grazie della ricetta, ma dubito venga altrettanto bello! Spero almeno commestibile... :-)
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbondante sì... mi sono fatta prendere dall'entusiasmo!!

      Elimina
  3. Lolle <3... riesci sempre a farmi emozionare. Ti ho scritto oggi e penso ogni singola parola.. è bello venire nel tuo giardino, mi fa trovare ancora me stessa, mi ricorda la bellezza delle foglie dopo un temporale.. e passerà anche il mio. Il tuo gelato, la confettura, quello strudel... vorrei essere lì per dividerne un pezzetto con te, guardando il tuo uccellino di latta e sentendo quel profumo che solo l'orto sa avere <3 Grazie.. tvb

    RispondiElimina
  4. Tu ti sei regalata un canarino di latta, io un gabbiano di legno segnavento!
    Quest'anno anche qui un raccolto mai visto prima di fragole, rosse, dolcissime e profumate che si sono propagate da sole da poche picole piantine.
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, simpaticissimo il tuo gabbiano segnavento!!

      Elimina
  5. ...mi sono riconosciuta molto nelle tue immagini e nelle tue descrizioni ...mi piace vivere così anche a me !!! Qualche differenza? Al posto del tuo canarino giallo di latta bellissimo, a guardia del giardino, io ho un gufo di latta di colore indefinito (che poverino ha perso un occhio) ...al posto del pigiama scalcagnato ..io resto con la camicia da notte ...di fustagno d'inverno e di tela di coto ne con il ricamino (quelle di mia nonna) d'estate e niente calzettoni perché non ho freddo ai piedi ....però non ho mai fatto quella leccornia di gelato ...ma solo frullati ,marmellate......verdure dell'orto e......Mi piacciono davvero tanto questi ultimi giorni di maggio... un caro saluto....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franca Rita... abbiamo gli stessi gusti!

      Elimina
  6. Che bella l'idea della tua mattinata libera, peccato sia solo idea. Bellissimo il canarino di latta, la ricetta la segno subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accontentiamoci del tempo per noi che riusciamo a rubare...

      Elimina
  7. Sto ancora aspettando le mie fragole, le piante sono ancora solo in fiore quassù! Ma appena son pronte allora sì che si andrà di gelati, anche io ho una gelatiera :-)

    RispondiElimina
  8. Un acquisto di cui non mi sono mai pentita!!

    RispondiElimina
  9. C'è di tutto in questo post , dal profumo delle fragole al profumo dello strudel ...per non parlare delle bellissime foto che ci hai regalato!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. quante cose meravigliose! si vede che ci metti tanta passione!
    anche io ho fatto un orticello, molto piccolo, lo descrivo qui: http://dolcinuvoledipensieri.blogspot.it

    RispondiElimina