lunedì 20 aprile 2015

Aprile



Non è certo difficile amare la primavera, basta guardarsi intorno, è tutto un rifiorire di colori e profumi che incantano e anche che confondono, come aprile, che ti ammalia con la dolcezza di pomeriggi assolati o ti ghermisce come il vento forte e gelido di qualche giorno fa.

Il pettirosso dev'essere partito. Quasi tre settimane fa mentre intenta a seminare me ne stavo seduta per terra a riempire vasetti di terriccio, alzando lo sguardo mi sono accorta che a meno d'un passo due occhietti neri mi osservavano attenti, era lui, il mio adorato pettirosso! Per nulla turbato dalla mia presenza è rimasto ad osservarmi fino a che Smilla non l'ha fatto volare via. Da allora non l'ho più visto. Sono convinta (e per favore non smentitemi!) che fosse venuto a salutarmi.

Nell'orto. Mi sa che l'anno prossimo non semino più le verdure estive ma mi limito a spargere il composto qua e là. Dico questo perché dal composto che ho utilizzato per riempire e rimboccare tutti i vasi sono spuntati un sacco di germogli, sono i semi degli scarti di verdura finiti nella compostiera: quindi piantine di pomodoro, di zucca e di zucchine che spuntano nel vaso dei limoni, dei gerani, delle fragole ai piedi delle rose... e quelli seminati nei vasetti si fanno desiderare!
Da qualche giorno mangiamo l'insalata del nostro orto, fresca e appena raccolta, una bella soddisfazione, e poi quest'anno, è venuta proprio bene.
Sono spuntati anche tutti i fiori seminati che io chiamo da orto, perché è qui che normalmente li coltivo mescolandoli alle verdure; sono le calendule, il pisello odoroso, i nasturzi, il tagete e l'ipomea. Troverò spazio per tutti?? Mi perdo osservando i semi che si spaccano, le tenere foglioline che spuntano dalla terra per protendersi verso il cielo..
Il prato abbandonato della villetta disabitata vicino a casa nostra si è riempito di piante di fragole, vengono dal prato del mio vicino che non curandosene più ha lasciato che gli stoloni delle fragole oltrepassassero la recinzione migrando in quel prato. Allungando il braccio attraverso la rete sono riuscita a prenderne un bel po' di piantine così quest'anno, oltre alle profumatissime fragoline di bosco, avremo a disposizione anche dei bei fragoloni!
Un'esplosione di vita anche per i rovi, lamponi e more stanno già formando un bel cespuglio in quello che io chiamo il mio bosco di due metri quadri, i sostegni che ho costruito hanno resistito ai venti di questo aprile e ne sono molto orgogliosa!
Invece, la vite di uva fragola più vecchia quest'anno non si è risvegliata, dopo quasi quarant'anni si è seccata senza fare chiasso e senza dare disturbo. Lavoreranno un po' di più le due giovani che sono già piene di minuscoli e teneri grappoli.


Calendula

Fagiolini

Lattuga da taglio

Uva

Fragole


In giardino. Nel giardino davanti casa, che in realtà è poco più di una grande aiola, ho piantato delle begoniette, sono servite per coprire la lunga cicatrice causata dallo scavo. Non ne sono molto contenta, avrei voluto trovare una soluzione diversa ma la mancanza di tempo (e anche un po' di soldi!) mi ha costretto ad una scelta veloce. E poi questi lavori ci hanno "regalato" tanta polvere, parecchi disagi e un surplus di lavoro che ci ha lasciati stanchissimi... e non è ancora finita!
In questo giardino, che ha la forma di un triangolo rettangolo, c'è un angolo che rimane sempre in ombra eccetto per qualche ora il mattino. I primi anni mi sono ostinata a far crescere piante che con l'ombra poco c'entravano, poi l'ho utilizzato come rifugio per le piante scartate come le primule, o i giacinti forzati in inverno oppure per l'edera che non sapevo dove mettere e mi sono accorta che alcune di queste piante prosperavano. Ora questo angolo mi piace moltissimo e vorrei avere il merito di averlo creato, ma non è così perché ha fatto tutto da solo rifiutando ciò che non era adatto e accogliendo ciò che lo era. Natura maestra!
E poi ci sono i mughetti, ancora più numerosi dell'anno scorso. Sabato pomeriggio, mentre sistemavo il giardino poco prima del temporale, il vento forte agitava i piccoli fiori spandendone il profumo tutto intorno: una delizia!!




Insomma, tanto lavoro ma anche tanta soddisfazione e la fortuna di avere un po' di spazio verde intorno.




Buona settimana

18 commenti:

  1. Cara Lolle, dalle tue parole traspare l'orgoglio per il tuo orto e il tuo giardino: sei brava con le parole, come con i fiori e con le piante dell'orto!
    E complimenti per i mughetti, che mi piacciono moltissimo e che qui sono veramente rari.
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, se fossimo vicine te ne regalerei volentieri qualcuno!

      Elimina
  2. Meraviglia! Le semine da composto, poi, sono davvero fantastiche :) Natura maestra anche in questo, naturalmente, che fa in modo che i semi si conservino.
    Anche qui in città la primavera fiorisce, ma non c'è paragone, ovviamente.
    Felice primavera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu sei comunque bravissima, cipolle sul davanzale e compost in città... non è da tutti!!

      Elimina
  3. Lolle quanto dico e mi ripeto che è un piacere leggere i tuoi post, è proprio vero!! Che bello il tuo orto e che meraviglioso "regalo" le fragole di cui ci hai raccontato. La tua insalatina è bellissima da vedere e chissà da mangiare... quest'anno io con l'orto sono un pò demotivata, mia mamma non ce la fa più a farlo e io sono presa da mille altri impegni, perciò mi sono presa comunque il tempo di sistemare un piccolo pezzetto di terra per i pomodori, ma null'altro. Secondo te se pianto qualche pianta di zucchina utilizzando dei vasoni belli grandi, posso avere comunque qualche buon risultato? Un abbraccione e buona primavera! P.s. il pettirosso certamente ti stava salutando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino, tra i vari impegni e il gattile non avrai davvero tempo per respirare, qualche pomodoro è già abbastanza per poter gustare qualcosa di fresco la prossima estate, so che gli zucchini tondi sono i più adatti ad essere coltivati in vaso e sono comunque buoni... buon lavoro!

      Elimina
  4. Ciao cara,
    io adoro la primavera mi mette allegria e mi fa sentire rinata.
    Mi hai fatto ricordare la campagna oggi, noi durante l'estate mangiamo spesso in campagna e solitamente, buttiamo i semi della frutta nella terra quando mangiamo all'aperto e, senza nessuna cura, l'anno dopo ritroviamo di tutto. Una volta, persino un anguria ahuahuahua
    Buona l'insalata fresa ;)
    un bacione e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. ....mi stupisce come riesci a mescolare armoniosamente ortaggi e fiori in così poco terreno ....Quanto è bella l'immagine del pettirosso che ti saluta...anche i miei se ne sono andati ...anche io ho la stessa convinzione e....ogni anno che ritornano mi piace pensare che siano sempre gli stessi ....i pettirossi che "abitano" a casa mia ....Complimenti per i bellissimi mughetti ...io li ho ricamati, a mazzolini, su un lenzuolo del corredo (un fiore che si ritrova spesso nel ricamo) però non sono riuscita ad averli nel mio giardino...Complimenti ancora !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi mughetti ricamati saranno sicuramente bellissimi!!
      Anche a me piace pensare che siano gli stessi pettirossi ogni anno...

      Elimina
  6. Come vorrei avere un pizzico del tuo pollice verde !!!!! anche solo per vedere fiorite i pochi vasi che ho nel balcone!!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ma tu sai fare un sacco di altre cose!!!

      Elimina
  7. Quando visito il tuo giardino e l'orto...non so perché mi sento a casa! Mi arriva tutto l'amore che metti nel farli rinascere dopo il lungo inverno! Ti abbraccio e se permetti un bacio alle tue ragazze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, un bacione anche dalle mie ragazze!!

      Elimina
  8. Come ti capisco, anche nell'orto dei miei genitori a prosperare sono i semi che non sono stati piantati, bensì quelli che sono cresciuti spontaneamente e questo è tutto guadagno.
    Il tuo giardino è carinissimo e come dici tu la natura ci insegna.

    RispondiElimina
  9. Che belle foto e che invidia per l'insalata già pronta da mangiare :-) Da me ancora non è spuntata anche perché seminata da poco....aspetto impaziente. Anche io ho un posto dove la natura ha fatto (quasi) tutto da sola e devo dire che è il più bello!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo un po' di cose in comune!

      Elimina