giovedì 1 agosto 2013

Tempo di raccolti





Come vola il tempo... siamo già ad agosto! 
Tutto il lavoro svolto nei mesi scorsi sta dando i suoi frutti, ma lo posso davvero considerare "lavoro"? Forse perché questo orto-giardino è tanto piccolo, forse perché amo stare all'aperto, in mezzo al verde, mi riesce difficile considerare lavoro il tempo che passo qui... comunque sia, ecco che nel cuore dell'estate arriva il momento della raccolta!

L'orto in vaso mi sta dando davvero tante soddisfazioni, fondamentale è stata la pacciamatura (uno strato di foglie, di paglia o altri materiali che impediscono la  crescita di erbacce ma sopratutto l'evaporazione troppo veloce dell'acqua). E' nei vasi che ho coltivato le varietà di ortaggi più buffe come i pomodorini giallo oro, le melanzane a uovo, i cetrioli lunghi, gli alchechengi e un abbondante raccolto di fagiolini nani!


Melanzane a forma d'uovo, non eccezionali ma davvero molto decorative!!





E poi sono orgogliosissima dei miei due metri quadrati di "bosco": un fazzoletto di terra di un paio di metri, addossato al muretto di confine e che, invaso dalle more, si è trasformato appunto in un bosco in miniatura che ogni mattina mi regala un abbondante raccolto di delizie!



La colazione di stamattina!

E in un orto da favola, non può certo mancare la zucca...



... e il gatto con  senza gli stivali! 


Non sì è nemmeno degnato di voltarsi verso l'obbiettivo!
In giardino invece, proprio stamattina ho scoperto la bella fioritura dell' Ipomea...



E a proposito di giardini in fiore, in biblioteca ho scovato: "Il giardino sull'isola, uno scoglio fiorito di fronte all'oceano", scritto dalla poetessa Celia Thaxter. 



Su un'isola rocciosa al largo del Maine, verso la fine dell'ottocento, Celia Thaxter (1835-1894) coltiva un giardino di cui ha iniziato a prendersi cura sin da bambina. Sollecitata da amici e conoscenti  (la sua casa divenne il ritrovo di artisti e scrittori del New England) decide di raccontare la sua esperienza di giardiniera come un diario che si dispiega nel corso di un anno, nasce così questo splendido libro. 
Tradotto per la prima volta in Italia, è un classico del giardinaggio, ricco di deliziose illustrazioni ma sopratutto di consigli e curiosità. Il giardino descritto in questo libro, completamente restaurato nel 1977 esiste ancora ed è visitabile nei mesi estivi. 

Illustrazioni di Childe Hassam (1859-1935)

Credo sia tutto, ci sentiamo presto, buon inizio agosto!