martedì 24 gennaio 2012

Nidi di sfoglia e mela al cognac

Oggi posto una ricetta semplice e veloce ma dal successo garantito; le sfoglie di mele al cognac, scovata in un volumetto di cucina dal titolo: "Dolci alla frutta", mentre curiosavo in biblioteca.

 Sfoglie di mele al cognac


Ingredienti per 8 "nidi":

4 mele Golden
5-6 cucchiai di cognac
30 g burro
40 g zucchero
1 rotolo di pasta sfoglia fresca
1 tuorlo

Pelate le mele ed eliminate il torsolo, tagliatele quindi a fettine sottili.
Sciogliete il burro in una pentola antiaderente e rosolatevi le mele a fiamma vivace, bagnate quindi con il cognac e, una volta evaporato, spolverizzate il tutto con lo zucchero.
Cuocete per altri 5 minuti circa finché le mele saranno dorate.

Srotolate la pasta sfoglia, bucherellatela con una forchetta ricopritela con le mele e arrotolatela bene.

Tagliate il rotolo a fette spesse circa 2,5 cm ( io ho preferito tagliarli di 4-4,5 cm ed ottenere 5 nidi ma più grandi) e disponetele in una teglia dai bordi bassi foderata con carta forno, distanziandole leggermente l'una dall'altra, spennellatele con il tuorlo sbattuto.

Cuocete in forno caldo a 180° per circa 20 minuti e poi servitele calde o tiepide a piacere... il successo è assicurato.

A presto

sabato 21 gennaio 2012

Casette per uccelli



In questi giorni freddissimi il mio giardino è popolato da  pettirossi, merli, tortore... tutti in cerca di cibo, quindi il mattino (prima della passeggiata dei miei gatti!) ho il mio bel daffare a cambiare acqua, distribuire minuscoli pezzetti di mela, briciole di pane e di biscotti, ormai è diventata una consuetudine, i più arditi non aspettato nemmeno che io sia rientrata in casa.
Anche se oggi il freddo ha allentato la sua morsa concedendoci una giornata abbastanza piacevole, ho avuto l'impressione che dalla siepe molti occhietti mi stessero fissando, quindi non ho potuto far altro che servir loro la colazione!
E ha proposito di animaletti, curiosando nel web ho scovato qualche idea curiosa e chic per i nostri piccoli ospiti...







Ucceli, Casetta per uccelli







Le immagini di questo post sono prese da internet, se dovessero essere coperte da Copyright segnalatemelo e provvederò a rimuoverle...

à la prochaine!

martedì 17 gennaio 2012

Cioccolata speziata antigelo

Il gelo che da qualche giorno ci attanaglia, ha trasformato la campagna in un villaggio incantato e gli alberi, spogli e tristi, si sono tramutati in magiche sculture, sembrano già lontane le giornate limpidissime con i loro tramonti infuocati...
Ecco cosa ho potuto osservare portando fuori Smilla all'ora di pranzo:






In giornate come questa verrebbe voglia di chiudersi in casa, mettersi sul divano sotto una bella coperta e tuffarsi in qualche appassionante lettura, magari sorseggiando una tazza di cioccolata fumante, la ricetta magica per sprofondare sul divano, dimenticandosi di casa, figli e lavoro non l'ho trovata, però, quella della cioccolata sì e se vi basta eccola qui:

Cioccolata speziata e fumante in tazza


Ingredienti per 4 persone:


4 cucchiai di cacao amaro
75 g di zucchero
u pizzico di sale
3 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di fecola
6 chiodi di garofano
3/4 di litro di latte
una stecca di cannella
panna a piacere


In una casseruola antiaderente mettete il cacao passato al setaccio, lo zucchero, la fecola, il sale, l'acqua, i chiodi di garofano e la cannella, mescolate continuamente portando a ebollizione per 2-3 minuti, aggiungete pian piano il latte e mescolate ancora lasciando scaldare il composto senza bollire.
Colate nelle tazze e guarnite con un ciuffo di panna.

Se preferite qualcosa di più esotico allora questa "Cioccolata spagnola" è quello che fa per voi:

Ricetta per 5-6 persone
In un casseruolino a bagnomaria, fate sciogliere 45 g di cioccolato fondente spezzettato con 1 cucchiaino di burro.
Unitevi 75 g di zucchero, 1 pizzichino di noce moscata, 1 di cannella e mescolatevi poco alla volta mezza tazza (circa 125 g) di caffè molto ristretto e caldo.
Dopo 2-3 minuti di ebollizione togliete la cioccolata dal fuoco e lasciatela raffreddare.
Suddividetela in bicchieri alti e versatevi un poco di latte gelato...


p.s. Infine, visto che non è così per tutti e a maggior ragione in questi giorni di freddo intenso, non dimentichiamo di ringraziare Dio, la nostra buona sorte o gli dei, per il tetto che abbiamo sulla testa e il cibo in abbondanza...

domenica 15 gennaio 2012

Brr...freddo!

E stamattina ci siamo svegliati così...








A presto...

lunedì 9 gennaio 2012

Pizzette morbide

Archiviate le feste ed il vecchio anno, eccoci qui, sulla linea di partenza.

Le mie figlie son tornate a scuola, così, abbiamo ricominciato con le solite levatacce, con i pasti a tappe (chi rientra alle 13, chi alle 14 e chi alle 15!) con gli abbonamenti treno-autobus e con le staffette casa stazione.
Il tempo continua ad essere stupendo, stamattina ci siamo alzati presto, ma siamo stati ricompensati da una luna piena magnifica, così visibile da poterne quasi contare i crateri.

Ho passato il pomeriggio dell'Epifania in un centro commerciale per dare un'occhiata ai saldi, attività faticosissima a mio parere, non amo lo shopping, non trovo mai nulla che mi piaccia veramente e, su questo punto, dovrei aprire un capitolo; non sono una "modaiola" e non lo sono mai stata, proprio qualche giorno fa, mia nipote (cinque anni!)  rivolta a mia sorella e in tono molto preoccupato, ha esclamato: "mamma, la zia si veste sempre uguale!" per la serie dobbiamo fare qualcosa...e questo la dice lunga.

Invece la domenica è stata fruttuosa, dopo il pranzo a base di lenticchie, (ne ho ricevute una vagonata!) di polenta e, per accontentare mia madre, di cotechino, ho preparato l'impasto per la pizza e poi, (finalmente!) sono uscita a godermi l'ennesima giornata limpida di questo inverno atipico, una bella passeggiata a piedi per fare il pieno di energia, naturalmente accompagnata dalla onnipresente Smilla.


Al mio ritorno mi sono "ritirata" in cucina.
Con l'impasto lievitato, ho preparato una quarantina o più di pizzette del diametro di 8-10 cm che,  conservate in freezer, sono una scorta utilissima da utilizzare per spuntini e merende.
 

La ricetta, collaudata più volte, l'ho scovata nel blog "Profumi in cucina" di Aurelia tempo fa, si discosta dal tradizionale impasto per pizza per gli ingredienti più "sostanziosi", il risultato è una pasta decisamente più morbida.
Gli ingredienti sono questi:

Pizzette morbidissime

500 g farina 00 e 500 manitoba
1 uovo grande intero
50g burro e 50 g strutto sciolti
500 ml  acqua minerale tiepida
2 cubetti lievito fresco
1 cucchiaio e mezzo di miele
25 g fiocchi di patate 
formina tonda 8-10 cm di diametro o anche più
pomodoro 
sale 
formaggio a scelta


Una volta fatto lievitare l'impasto, lasciatelo raddoppiare in un luogo tiepido lontano da correnti, intanto preparate un sugo veloce con olio e aglio.
Lievitato l'impasto, stendetelo e ritagliate le pizzette con la formina.
Conditele con il sugo di pomodoro e l'origano, aggiungete un pezzetto di mozzarella  o altro formaggio a piacere, potete utilizzare anche verdure come peperoni o zucchine.
Una volta pronte, lasciatele lievitare ancora 15 minuti, cuocetele poi in forno già caldo a 230°, una teglia per volta circa  per una decina di minuti.
Una volta raffreddate potete conservarne una parte in freezer e scaldarle poi al momento.

Non mi resta che augurarvi una buona settimana...
A presto

giovedì 5 gennaio 2012

Voglia di verde

Eccoci all'epifania, tra poco, archiviati alberi di Natale, addobbi e presepi, si ritorna alla normalità.
In questi primi giorni dell'anno si sono susseguiti sole, pioggia, nebbia, ghiaccio e poi ancora sole, ma, abbiamo avuto un dicembre con giornate fantastiche e l'inverno non si è ancora fatto sentire pesantemente, d'altra parte, i mesi più freddi in genere sono gennaio e febbraio.

Nonostante siamo nel cuore dell'inverno, io non vedo l'ora di ricominciare i miei lavori in giardino, ho voglia di seminare, di rinvasare, di sporcarmi le mani di terra, mi mancano immensamente quei momenti passati nell'orto, il mattino presto o la sera, in tranquillità, mi manca la serenità che prendermi cura delle mie piante riesce a darmi...così, ho portato il giardino in casa acquistando altre piccole piante che faranno compagnia a quello che ho disseminato in salotto e in cucina.
E questi sono gli acquisti degli ultimi giorni...


Questi giacinti forzati, una volta fioriti hanno profumato la nostra casa per giorni e giorni


Altre piccole "grasse" da aggiungere alla mia collezione, ne trovate qualcuna qui in un post dedicato all'estate.


A presto


lunedì 2 gennaio 2012

Un nuovo anno

Dopo tante giornate magnifiche oggi è tornata la pioggia, ma ieri abbiamo avuto un primo giorno dell'anno limpido e sereno.

Mi sono alzata un po' più tardi del solito e, spalancando le finestre, il cielo era così azzurro che mi è sembrato subito di buon auspicio, il giardino era immerso nel silenzio ma la nostra siepe era animata da piccole presenze: merli, pettirossi e altri animaletti che si contendevano le briciole di pane che avevo lasciato sul camino il giorno prima.
Un risveglio davvero sereno e questa serenità mi ha accompagnato tutto il giorno ed è stato così anche per mia figlia Ari, anche lei ha percepito questa pace, così, almeno per un giorno, abbiamo messo da parte le antiche profezie Maya, gli anni bisestili, la crisi e gli ultimi mesi che sono stati pesanti su vari fronti...

Approfittando di questa energia positiva, ma non potendo disporre dell'intera giornata, mi sono ritagliata un paio d'ore per fare una passeggiata e un po' di tempo per cominciare l'ultimo libro di Isabel Allende trovato in biblioteca e che mi stava aspettando da una settimana,  mi sono detta che dovevo iniziare l'anno facendo le cose che mi fanno star bene.
Così, dopo essere stata un po' in giardino ho portato Smilla al fiume, lei adora l'acqua e ho faticato parecchio per impedirle di entrare in acqua!

Vi lascio qualche fotografia sperando che, anche il vostro primo giorno del 2012 sia stato sereno...a presto.