martedì 17 luglio 2012

Pomodori multicolore!


Se questa primavera vi siete dati da fare, avete vangato, concimato, seminato, oppure avete anche soltanto comprato un sacchetto di terra, avete riempito un vaso e lì, ci avete piantato una gambetta di pomodorini, sistemandola su un piccolo balcone, se vi siete lasciati tentare da una bustina di semi di basilico viola, da pomodori neri e gialli, melanzane bianche, zucche di ogni forma, mescolandoli insieme ai fiori...ecco, adesso potete cominciare a cogliere i frutti del vostro lavoro ma non solo: vi ritroverete con un orto multicolore, dove la parola d'ordine è osare! 


Al gustoso pomodoro Nero di Crimea, quest'anno ho aggiunto anche un esemplare di pomodori gialli e davvero la tavola si colora di allegria, senza togliere nulla al sapore.
(Inutile dirvi che, da qualche giorno a questa parte, il nostro menù prevede uso abbondante di pomodori!)


E dunque pomodoro sia... ne esistono talmente tante varietà che è un peccato accontentarsi!











Qualche cenno sulla coltivazione:
"Si semina in semenzaio generalmente a fine inverno, inizio primavera, appena la piantina è maneggiabile si sposta in vasetto per aiutare la formazione delle radici.
Si trapianta all'aperto a fine aprile-inizio maggio.
La distanza tra le file deve essere di circa 60 cm, fra una pianta e l'altra di 40cm circa, intercalate le file con il tagete.
Le varietà a crescita indeterminata necessitano di sostegni alti circa 180 cm, assicurare le ramificazioni con rafia o corda.
Prestare attenzione a non bagnare le foglie per evitare malattie.
Quando la pianta raggiunge un'altezza utile, cimare e defogliare leggermente per favorire la maturazione dei frutti.
Si eliminano i getti ascellari regolarmente (potrete usarli come macerato per allontanare gli afidi).
Non coltivarli nella stessa posizione prima di 4 anni e non farli precedere o seguire ad altre solanacee."

(Orto in famiglia di A. Ferrari)
Contro le malattie fungine che colpiscono i pomodori, peperoni, melanzane e sedano, irrorare settimanalmente con 1/2 l di latte magro diluito in 2 l di acqua. "
( Il calendario dell'orto biologico di Patrizia Sarcletti)


... coltivate gente, coltivate...

26 commenti:

  1. Come ti capisco, l'occhio vuole la sua parte anche a tavola ed i colori fanno sempre festa.
    Anche noi in questo periodo viviamo di pomodori, ormai sono ovuonque.

    RispondiElimina
  2. Che gioia per gli occhi questi colori! E anche per il cuore, dopo tanta cura per goderne dei frutti! :)
    Sono solo curiosa.. il nero di Crimea non l'ho mai provato. Differisce dagli altri sapori? Un bacione grande e felice mercoledì!

    RispondiElimina
  3. Bellissimi e sicuramente buonissimi!! Io nell'orto ho cuore di bue, datterini, ciliegini :-) I pomodori sono i re dell'estate!!

    RispondiElimina
  4. Quanto mi manca il gusto dei veri pomodori dell'orto

    RispondiElimina
  5. che invidia una bella varietà cosi di pomodoro sopratutto la qualità belli sodi, devi essere molto orgogliosa

    RispondiElimina
  6. il tuo blog è adorabile come sempre..si vede che è una cosa che fai con grande passione;) brava

    RispondiElimina
  7. SPETTACOLARE!!! Che darei per assaggiare quel Nero di Crimea!!!

    RispondiElimina
  8. That is a beautiful dish! Mouthwatering and refreshing at the same time

    RispondiElimina
  9. Dei pomodori mai visti, strepitosi!!!!! Li proverei tutti e che bell'effetto tagliati insieme.Cosa pianterai quest'inverno? Ciao.

    RispondiElimina
  10. che colori i tuoi pomodori...quest'anno ho provato con le aromatiche, il prossimo con i pomodori!!!un bacio sorellina

    RispondiElimina
  11. Un huerto lleno de color y de vida nos compartes.
    Besos de colores.

    RispondiElimina
  12. Quante varieta', che meraviglia!
    Al supermercato ci sono solo e soltanto i soliti tipi... che e' una rabbia!
    Grazie di mostrarci queste bellezze!

    RispondiElimina
  13. complimenti, un raccolto invidiabile... mai assaggiato il nero di Crimea!
    come le formichine laboriose sei pronta per godere e mettere da parte i frutti del tuo lavoro!

    RispondiElimina
  14. Che bell'assortimento! complimenti.

    RispondiElimina
  15. i pomodori gialli sono buonissimi!
    ti invidio l'orto...moltissimo!

    RispondiElimina
  16. Great blog! An interesting and stylish. ;)
    I also invite you to me: http://photographyismyexistence.blogspot.com/
    Yours. Patricia :P

    RispondiElimina
  17. anche io metto le tagete tra le file di pomodori! quest'anno il raccolto è un po' in ritardo ma comunque già avviato, mi incuriosisce molto il pomodoro nero anche se ha un aspetto un po' inquietante, ciao Marina

    RispondiElimina
  18. Mamma mia che bei colori questi pomodori, se un giorno avrò un orto ti chiederò molti consigli!!!! Intanto ho solo un vaso grande con delle piante di pomodorini ciliegino... E' il mio primo tentativo.. Bacetti JERRY

    RispondiElimina
  19. Mamma mia che bei colori questi pomodori, se un giorno avrò un orto ti chiederò molti consigli!!!! Intanto ho solo un vaso grande con delle piante di pomodorini ciliegino... E' il mio primo tentativo.. Bacetti JERRY

    RispondiElimina
  20. woooooooow...che invidia,io amo i pomodori e questi sono delle piccole opere d'arte,perfetti belli e dai colori fantastici. Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  21. Adoro i pomodori!! Una felice domenica a te...ciao

    RispondiElimina
  22. un trionfo per gli occhi e per il gusto si potrebbe chiamare tartare di pomodoro :-)

    RispondiElimina
  23. Bella varietà...le foto fanno venire proprio voglia di assaggiarli...complimenti!

    RispondiElimina
  24. quante meraviglie della natura!!!!! Io adoro i pomodori!!!!

    RispondiElimina
  25. che meraviglia non conoscevo tutte queste qualita' di pomodori meravigliose

    RispondiElimina
  26. Ciao Iolle, ieri proprio ho raccolto i miei pomodori. In realtà nelle ultime settimane spesso la mattina prima di uscire ne staccavo un rametto e me lo portavo in ufficio. Ottimo con tonno, mozzarella... Ieri ho raccolto gli ultimi... tre chili e mezzo tra datterini, ramati, pachino ciliegino... Ma lo sai che io li ho piantati negli stessi vasi dello scorso anno pur avendo tolto un po' di terra e ricolmata con quella nuova... e quest'anno pochissime cure perché il tempo ... zero! Eppure mi ha regalato un bel raccoltino. Oggi una parte la sbollento con un po' di basilico e la metto nei vasetti in freezer (quello nuovo di frigo, visto che mi ha abbandonato all'improvviso l'altro... ha i cassetti e uno dedicato a qualche piccolissima scorta monodose!)
    La tua insalata va venire l'acquolina in bocca!!

    RispondiElimina