mercoledì 7 dicembre 2011

Tartellette con frutta e ricotta

Spulciando tra i volumi di una collana di libri di cucina degli anni '70, ereditata da mia nonna, ho trovato questa semplice ricetta: quella delle tartellette di frolla, e siccome mi sento un po' depressa, nonostante il ritorno del sole dopo infinite giornate di nebbia, ho deciso che qualche dolcetto mi avrebbe fatto sicuramente bene...



Ho scelto di prepararle con la classica frutta delle feste, clementine ed ananas (sciroppato nel mio caso) e con ricotta e canditi...naturalmente si possono utilizzare anche frutti di bosco surgelati, mele o altro...





Non ho utilizzato lo zucchero di canna, che io preferisco, ma quello semolato e la farina è una semplice 00 e non di farro o altro, ho voluto seguire alla lettera  la ricetta...

Tartellette

Per la frolla
ingredienti x 6-8 persone
300 g farina
150 g burro o margarina
100 g zucchero
2 tuorli d'uova
1 cucchiaio di marsala
scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale


Setacciare la farina a fontana e al centro mettete gli ingredienti, lavorate velocemente la pasta, formate una palla, avvolgetela in carta oleata, (io ho usato la carta forno) e tenetela al fresco per mezz'ora (nel ripiano meno freddo del frigo).


Preparate la crema pasticcera aromatizzata con buccia di limone, oppure il ripieno alla ricotta (descritto più sotto) o entrambi.


Togliete la frolla, stendetela sottile e con uno stampo dentellato ricavate dei dischetti che metterete nelle formine imburrate e per quelle alla frutta, mettete sul fondo di ognuna  un dischetto di carta forno con del riso, oppure, al posto del riso, io ho messo degli stampini in metallo per biscotti  molto piccoli, questi accorgimenti per evitare che la pasta si gonfi... ora mettete in forno già caldo a 200° per 15 minuti.
Sempre per quelle alla frutta, una volta sformate le formine di frolla, riempitele con la crema pasticcera e decoratele con frutta a piacere, poi, rifinitele scaldando della marmellata di albicocche diluita con un po' d'acqua e spennellando velocemente tutta la frutta.




Per quelle alla ricotta preparate il ripieno, mentre la pasta riposa, con ricotta (300 g), zucchero a velo (100 g) cedro e arancia candita tritati (50 g), 1 tuorlo d'uovo, 1 pizzico abbondante di cannella, 1 cucchiaio di rhum e scorza di limone grattugiata, queste dosi si riferiscono alle dosi della frolla, se volete preparare qualche tartelletta alla frutta e qualcuna alla ricotta, come ho fatto io, dimezzate le dosi del ripieno.
A questo punto il ripieno con la ricotta va messo negli tampini, sopra la frolla, prima della cottura, potete decorare ogni dolcetto con i ritagli di frolla come una piccola crostata, quindi infornate in forno caldo a 180°-200° per 20-25 minuti.
A cottura ultimata e dopo averle sformate, cospargetele con zucchero a velo.


Molto semplici da preparare, anche se dalle la mie spiegazioni forse non sembra, sono anche belle da vedere e squisite da mangiare!

Volendo, potete anche decorare la frutta con pochi chicchi di melagrana, per un piccolo tocco portafortuna...

Una tazza fumante della tisana dell'Avvento con frutta e spezie, (della Sonnentor, deliziosa) che mi sono portata dalla Germania e queste tartellette e il mondo è tornato a sorridermi....


A presto...

12 commenti:

  1. Questi libri di cucina facevano parte della "dote" della mia mamma che li usava spesso e diceva che le ricette erano sempre spiegate bene oltre che molto buone.I libri li ha ancora mio papà e possiamo solo .... chiederli in prestito per qualche ricetta particolare. Quanto alla tristezza: un po' è il grigio, un po'è il periodo che porta ricordi e invita a fare bilanci, non sempre in attivo. Biscotti,tisane profumate, sorrisi dei nostri figli,la vicinanza di amiche (anche di blog)aiutano.
    A presto (e grazie per il tuo passaggio quotidiano nel mio calendario dell'avvento)
    Claudette

    RispondiElimina
  2. Devono essere buonissime...
    ti posso dare un consiglio...dovresti tarare il bilanciamento del bianco su tungsteno se fotografi con la luce accesa...così limiti la colorazione gialla...
    scusami non voglio fare la saccente...ma in questo modo migliorerebbero
    Un bacio
    Mari

    RispondiElimina
  3. Sono davvero deliziose, queste tartellette...io ho poca pazienza nell'impastare, faccio prima con una crostata intera, perà sono graziosissime, in versione mignon!

    RispondiElimina
  4. Sono capitata per caso e debbo dire che entrando nel tuo blog mi è sembrato tutto molto familiare. Si nota molta tranquillità, semplicità insieme a belle ricette e foto molto particolari. Se ti fa piacere tornerò a trovarti. Complimenti per aver conservato questa collana di libri di cucina: sono bellissimi

    RispondiElimina
  5. che meraviglia ti sono venute impeccabili complimenti buon Immacolata

    RispondiElimina
  6. Che fantastica ricetta! :) adoro i dolci...! bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  7. Non sono brava in cucina, così mi consolo e mi rifaccio gli occhi (peccato non anche la bocca XD) vagando tra blog come il tuo!
    Devono essere squisite, adoro la frutta!
    Un caro saluto,
    Buon fine settimana,
    e spero che questi dolcetti possano averti risollevato un poco l'umore! ;-)

    RispondiElimina
  8. Una delizia ..Un felice w.e. con un sorriso :)
    Gio
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. Credo proprio che siano special!!!!!!!!!
    di sicuro tirano su il morale
    Un abbraccio
    Emi

    RispondiElimina
  10. ma devono essere buonissime!!

    http://4icingonthecake.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Aiuto sono rimasta terribilmente indietro con i post, vorrei commentarli tutti perchè sono bellissimi, con foto come sempre meravigliose.
    Bella anche questa ricettina mi piacciono i libri di "una volta"!

    RispondiElimina