giovedì 16 giugno 2011

Menta, basilico e aglio




Sicuramente, se nel vostro orto avete qualche pianta di menta, vi sarete accorti come in poco tempo diventi infestante, quindi generalmente è consigliabile interrarla in vaso per contenerne la crescita, eppure vale la pena di raccogliere ed essiccare le sue preziose foglie.
In cucina si utilizza per aromatizzare le patate, i pomodori, le melanzane e le zucchine, l'infuso caldo di menta è utile per calmare la nausea, bevuto prima dei pasti stimola l'appetito, agisce inoltre in modo benefico sulla digestione e sul sistema nervoso.

Con la menta, il limone e la macchina per gelato, ho preparato un delizioso sorbetto, digestivo e dissetante.

Sorbetto di infuso di menta

Portate a bollore l'acqua, (per il mio gelataio 350 g), quindi spegnete e versate l'acqua sulle foglie di menta (25g).
Quando l'infuso sarà freddo filtratelo, aggiungete il succo di 2 limoni, addolcite con lo  zucchero (150 g) mescolate e preparate il sorbetto secondo le istruzioni  previste per il vostro "gelataio".


Io ho sostituito lo zucchero con il fruttosio, diminuendone leggermente la dose.


Ora veniamo al basilico, che sarà già parecchio alto, avrete sicuramente preparato del buon pesto e proprio con questo pesto si possono preparare delle saporite lasagne, non credo che la fotografia renda giustizia, ma sono da provare.

Lasagne al pesto 

Dopo aver preparato il pesto, (basilico, olio extravergine di oliva, grana e pecorino, aglio, pinoli e sale) aggiungiamo la ricotta mescolando delicatamente, otterremo una sorta di spuma, disponiamo un primo strato di pasta per lasagna sul fondo di una teglia, copriamo prima con la besciamella non troppo densa e poi con il pesto,  aggiungiamo sottilette o fettine di fontina o altro formaggio a piacere, ricopriamo con la pasta e continuiamo ad aggiungere strati.
Inforniamo nel forno già caldo, 180°, per 30-35 minuti.
Le nostre lasagne sono pronte!



Ed ecco, oggi ho raccolto anche l'aglio...cominciamo a raccogliere i frutti del nostro lavoro, da pochi spicchi piantati qualche mese fa, ci ritroviamo con delle belle "teste" d'aglio.
Quando le foglie saranno completamente seccate, potremo raccoglierlo in una treccia e conservarlo.
Con l'aglio possiamo insaporire moltissimi piatti, questa invece è una zuppa dove l'aglio è protagonista.


Zuppa francese all'aglio

per 4-5 persone
Ingredienti:

7 spicchi d'aglio
sale
pepe
4-5 grandi fette di pane raffermo
olio
1 rametto di timo
1 foglia d'alloro
2 tuorli d'uovo
1 ciuffetto di salvia

cottura 15 minuti

Pelare 6 spicchi e schiacciarli con la lama di un grosso coltello tenuta di piatto.
Portare a bollore 1l d'acqua quindi unire sale, pepe e gli spicchi, coprire e cuocere a fuoco dolce per 5 minuti.
Con lo spicchio rimasto strofinare le fette di pane e disporle in piatti fondi individuali, bagnatele con poco olio.
Togliete la pentola dal fuoco e aggiungete il timo, la salvia e l'alloro, coprite e lasciate riposare 3 minuti.
Filtrate or il liquido in un'altra pentola, sbattete i tuorli con tre cucchiai del liquido e  mescolando versateli nella pentola, fate addensare su fiamma dolce senza bollire.
Con un mestolo versate la zuppa sul pane e servite.

(Da non cucinare prima di un incontro galante, ma ottima contro i vampiri!)




Nessun commento:

Posta un commento