giovedì 5 maggio 2011

Rose, rose, e ancora rose (parte prima)








 Giardini a  Praga

Indubbiamente maggio è il mese delle rose e se, a ragione, la rosa è considerata la regina del giardino, mi sembra doveroso renderle omaggio.

Celebrata da poeti, scrittori e cantanti, simbolo d'amore e di femminilità, la rosa è conosciuta e coltivata fin dall'antichità non solo per scopi ornamentali, ma anche per l'estrazione di oli essenziali.
Nel medioevo, coltivata negli orti dei monasteri, diviene importante come pianta medicinale.

Possiamo scegliere tra un numero pressoché infinito di esemplari, infatti la rosa oltre ad essere una tra le piante più affascinanti, offre un'ampia scelta per quanto riguarda il colore, il profumo, le dimensioni.
Ci sono rose rampicanti che possono arrivare anche a 4-5 m. di altezza e rose in miniatura, rose antiche, inglesi...alcune hanno un'aspetto superbo con il loro colore scarlatto, altre, delicate e romantiche con i loro colori tenui ed il loro profumo ancestrale, altre ancora con i petali rosso scurissimo che le fanno sembrare di velluto... i loro nomi suggeriscono immediatamente che ci troviamo di fronte a piante di particolare bellezza.

Recita un detto persiano: "un libro è come una rosa: le pagine sono petali che, contemplati, aprono il cuore del lettore".


Nel mio giardino





Il giardino di mia madre

Per crescere vigorose e fiorire in abbondanza le rose hanno bisogno di sole, solo in climi molto caldi l'ombra di un albero può risultare gradita.
Si piantano in autunno e vanno innaffiate con regolarità dalla fine dell'inverno distribuendo del concime organico sul terreno, in piena fioritura si aggiunge del concime specifico.
La potatura è indispensabile.
Tra le varie malattie fungine che possono colpire le rose troviamo: la ruggine e la macchia nera che colpiscono le foglie, un altro nemico dei rosai è il mal bianco, infine i boccioli di rosa sono spesso preda degli afidi.
In generale, durante l'annaffiatura evitiamo di bagnare le foglie, quelle infette vanno rimosse subito, nel caso di infezioni intervenire con i trattamenti più adatti tempestivamente.


Per ogni colore un simbolo:
Rossa, amore e passione, l'usanza vuole che si regalino in numero dispari, se pari dovranno essere dodici o un multiplo di dodici.
Gialla, infedeltà e gelosia, da non regalare alla persona amata...
Rosa, coraggio e temperamento.
Bianca, candore e innocenza.


"In un momento, 
sono sfiorite le rose
i petali caduti
perché io non potevo dimenticare le rose..."

Dino Campana: "In un momento"


Nei prossimi post: ricette a base di petali di rosa...

3 commenti:

  1. Queste foto sono stupende! Le rose sono dei fiori bellissimi *o*

    Baci :*

    RispondiElimina
  2. Devo dire la verità, le rose arancio sono le mie preferite :D

    RispondiElimina
  3. i petali di rose possono essere utilizzati per fare un ottimo tonico per la pelle!

    RispondiElimina